Acquista Online la Tua Pipa. Scopri tutti i modelli.

  1. La pipa
  2. I diversi tipi di pipe
  3. I principali materiali utilizzati per la costruzione delle pipe
  4. Come fumare la pipa: 5 istruzioni da seguire
  5. La pipa in legno di Justmary

Sul nostro sito Justmary potrai acquistare la pipa adatta alle tue esigenze e alle tue tasche. Scopri di più.

Tutto quello che devi sapere sulle Pipe

Le prime pipe vennero utilizzate da popolazioni amerinde, solo nel XVI secolo apparvero anche in Europa e in particolare, in Inghilterra, dove le prime pipe erano prodotte in gesso, “clay pipe”. Vi era inoltre una differenziazione tra le classi popolari che fumavano le cosiddette pipe dritte piccole e le classi benestanti che usavano invece le pipe fragili lunghe.

Durante il Settecento sono stati poi sperimentati altri tipi di materiali per la creazione di pipe che permettessero di risolvere alcuni inconvenienti come la possibilità che l’oggetto bruciasse o che si rovinasse a tal punto da renderne impossibile l’uso. Si iniziano ad utilizzare soluzioni come il silicato di magnesio conosciuto anche come schiuma.

Oggi la pipa è considerato un oggetto non solo di lusso, ma soprattutto di valore a prescindere dalla sua primaria funzione in quanto strumento da fumo. È possibile anche acquistare le pipe online.

I diversi tipi di pipe

I modelli di pipe più conosciute sono circa dodici, tra questi:

  1. La pipa dritta classica, dalla forma lineare e pratica, dalla dimensione media ottima per i principianti. La caratteristica di questa pipa è che può avere diverse tipologie di bocchino che può essere liscio o a sella, l’innesto con la ghiera in metallo o ancora, il cosiddetto fornello o focolaio.
  2. La curva classica è una pipa “snella” e dal bocchino che risulta quasi parallelo al fornello.
  3. La quadra. Il nome fa riferimento al cannello, la testa della pipa sembra avere una forma da uovo “decapitato” e il suo bocchino è definito a sella. Conosciuta anche come pipa sportiva.
  4. La boccetta. La caratteristica principale di questa pipa è invece la testa sferica.
  5. La quadra curva. Modello che si presta a molte variazioni ed è molto simile alla pipa dritta classica, unica differenza ha la testa più bassa.
  6. La cornetta ha una forma semicurva, somiglia appunto ad una cornetta ed è adatta ai giovani anche per il design particolare.
  7. La dublino, ha la peculiarità della testa inclinata in avanti che gli dona slancio ed eleganza.
  8. La galles, simile alla pipa boccetta ma più slanciata e con la testa più bassa. Piccola curiosità, il suo nome deriva dal principe di Galles, Edoardo VIII.
  9. La lovat, dal cannello più lungo e bocchino corto e a sella viene paragonata alla pipa dritta classica.
  10. L’ovale, è definita la pipa tascabile, ma allo stesso tempo la meno conosciuta.
  11. La canadese è caratterizzata dal cannello lungo. Pur essendo definita come la più ingombrante è allo stesso tempo quella che preserva al meglio la fumata in quanto favorisce l’assorbimento dell’umidità.
  12. La Pot. Definita come la figlia della pipa dritta classica. Ha però la testa bassa e larga e le pareti più spesse.

I principali materiali utilizzati per la costruzione delle pipe

Quelle elencate sono solo alcuni dei tipi di pipa esistenti al mondo. Ovviamente i diversi modelli variano anche a seconda del materiale con cui vengono prodotte e a seconda della forma. Ci sono:

  • Pipe di gesso, che come accennato precedentemente, si sono diffuse intorno al XVII secolo. Molto richieste tra i marinai in quanto molto economiche e oggi richiestissime in quanto rare. Sono anche conosciute come le “genovesine”.
  • Pipe di schiuma. La schiuma sarebbe il silicato di magnesio minerale rintracciabile soprattutto in Turchia. Caratteristica principale di questo elemento, oltre alla sua porosità, è che non intacca il gusto della fumata.
  • Pipa di radica è la pipa più conosciuta nel mondo. Il materiale con cui viene realizzata è l’erica arborea, arbusto sempreverde, principalmente diffusa nel bacino del Mediterraneo.
  • Pipa in terracotta, diffusa particolarmente tra i pescatori di Chioggia.
  • Pipa di pannocchia. Pipa molto economica e come si può dedurre dal nome viene realizzata con la pannocchia di granturco che si può trovare solo in Missouri.
  • Sa Pipa allutonada è la pipa usata dai pastori sardi. Si differenzia dalla altre per la sua lavorazione grezza ma anche per il fornello spesso molto vicino al cannello.
  • Pipa Falcon in grado di raffreddare in fumo facendo condensare il vapore che favorisce la formazione dell’acquerugiola.
  • Pipa Calabash o Calebassa. Caratterizzata dalla composizione di diversi materiali, tra questi la zucca esotica o Caravazza che permette la forma di una camera di condensazione che favorisce il raffreddamento del fumo che risulta dolce e fresco.
  • Pipa morta o Bog Oak ricavata dalla quercia, ha come peculiarità quella di essere leggerissima.
  • Pipa di olivo, come si può dedurre dal materiale con cui viene realizzata ha un colore chiaro e favorisce un sapore dolciastro alla fumata.
  • Pipe giapponesi Kiserus sono delle pipe sottilissime composte da tre parte: fornello in metallo, cannello in legno anche chiamato Kiseru-jutsu e bocchino anch’esso in metallo.

Come fumare la pipa: 5 istruzioni da seguire

Sono 5 i passaggi da seguire per utilizzare al meglio la pipa.

  1. Come prima cosa bisogna caricare il tabacco, che deve essere sciolto e con un giusto grado di umidità. Bisogna depositarne un po' sul fondo del fornello e il restante deve essere leggermente premuto. La carica deve esse accurata per ottenere un buon tiraggio, cioè bisogna evitare che la pipa scotti e che la lingua bruci e cosa più importante è evitare che si formi umidità. È necessario inoltre pareggiare la superficie del tabacco ed eliminare l’eccesso.
  2. Secondo passaggio è quello di accendere uniformemente la superficie aspirando dolcemente con frequenza. La prima accensione farà sollevare il tabacco ma basterà premere con un pigino e, come dicevamo prima, pareggiare la superficie e riaccendere.
  3. Fumare la pipa è come danzare un lento. Le boccate devono essere calme, distanziate, ritmate e lente. Tutto il contrario di quello che si fa con la sigaretta. Ogni tanto bisognerà premere il tabacco per ristabilire il tiraggio ottimale e di tanto in tanto bisognerà riaccendere perché la pipa si spegne. Se si preferisce, si può eliminare la cenere prima di riaccendere la pipa, l’unica cosa da fare è capovolgerla.
  4. Fondamentale, il fumo della pipa non si aspira, ma si assapora, si gusta.
  5. Una volta terminato, la pipa va pulita con delicatezza svuotando il fornello utilizzando un curapipe che aiuta nell’eliminare la cenere e i residui di tabacco. Mai sbattere la pipa si una superfice dura. Pulire poi il bocchino con lo scovolino soffiando di tanto in tanto senza aprire la pipa.

In questo modo avrete la vostra pipa sempre pulita e pronta per il prossimo utilizzo.

La pipa in legno di Justmary

Justmary, oltre alla sua vasta selezione di prodotti, propone una fantastica pipa in legno. È particolarmente adatta per gustare Moonrock e Icerock, prodotti che puoi trovare sul nostro sito.

Se stavi cercando una pipa economica e adatta al tuo momento di relax sei nel posto giusto. Devi solo scegliere i tuoi prodotti a base di CBD e insieme alla pipa li consegneremo direttamente a casa tua con delivery.