Il governo thailandese vuole regalare 1 milione di piante di cannabis ai cittadini per celebrare l'entrata in vigore della nuova norma che ne legalizza l'autoproduzione. 

Thailandia regala piantine di cannabis

La legge, approvata lo scorso 25 Gennaio, ha reso la Thailandia il primo paese asiatico a legalizzare la coltivazione di cannabis per uso personale.

Dal post, lanciato su Facebook dal ministro della Salute Anutin Charnvirakul, si legge che con la nuova riforma, che entrerà in vigore il 9 Giugno, i cittadini thailandesi potranno coltivare "tutte le piante di cannabis che desiderano", a patto che vengano impiegate per uso medico

Per la coltivazione domestica non sarà necessaria alcuna registrazione ufficiale, contrariamente alla produzione di cannabis per fini commerciali. Infatti, per la vendita servirà un permesso per operare rilasciato direttamente dalla Food And Drug Administration thailandese. 

In caso di produzione a scopo di lucro senza autorizzazione si andrà in contro ad una multa fino 20.000 baht (€ 543,33), invece per la vendita senza permesso, oltre ad una multa fino a 300.000 baht (€ 8151,60), si rischieranno anche fino a tre anni di carcere.

Charnvirakul ha aggiunto che gli imprenditori e le aziende potranno competere liberamente sul mercato thailandese della cannabis. "Questo permetterà alle persone e al governo di generare più di 10 miliardi di bath all'anno di entrate dalla marijuana e dalla canapa."