Cosa succede se fumo marijuana prima di un tatuaggio? Tra le persone che affermano di non poterne fare a meno a coloro che ne sconsigliano vivamente il consumo, scopriamo quali sono i vantaggi e gli svantaggi di fumare erba prima di tatuarsi. 

donna con tatuaggi

Non esiste una verità assoluta. Dipende in gran parte dalla persona, dalla sua esperienza con la cannabis e dalla sua relazione con i tatuaggi. L’unico modo certo è provarlo su sé stessi. Tuttavia, dopo aver passato in rassegna le testimonianze altrui, ho raccolto per te i pro e i contro di assumere erba prima di un tatuaggio.

Perché le persone fumano erba prima di un tatuaggio? I vantaggi

Tatuarsi è doloroso. Chiunque decida di farsi tatuare è consapevole del prezzo da pagare. C’è chi soffre di meno e chi di più, ma tutti vorremmo ridurre al minimo questa sofferenza. Ecco, le persone fumano marijuana per ridurre il dolore durante una seduta. Ma funziona?

Dipende dagli effetti che la cannabis ha su di noi. Alcuni consumatori affermano che fumare erba prima di un tatuaggio è l’ideale per rilassarsi, sia fisicamente che mentalmente. Riduce l’ansia e di conseguenza diminuisce la percezione del dolore. 

Inoltre, essendo più rilassati, aiuteremo anche il tatuatore. Come? Stando più fermi e limitando al minimo i movimenti, faciliteremo il suo lavoro e la corretta esecuzione del tatuaggio. 

Una di queste persone è Circa Suicide, modella di tatuaggi e collezionista di inchiostro da oltre 10 anni. Circa conosce la cannabis dal seme al fiore e coltiva le sue piantine in Oregon. Ha cominciato a fumare erba per i suoi “terribili crampi mestruali” ed oggi è il suo antidolorifico naturale da assumere prima di un tatuaggio. 

"È davvero bello e rilassante farsi tatuare dopo aver fumato. Sono più calma e rilassata invece che tesa ed eccitata, il che rende tutto molto meno doloroso. Mi aiuta a controllare le mie funzioni muscolari e a stare più ferma”.

Nel caso decidessi di fumare marijuana prima o durante la seduta, i consumatori consigliano più una varietà indica che una sativa. La prima è nota per i suoi effetti calmanti e rilassanti, la seconda invece è l’ideale come energizzante. 

Gli svantaggi di fumare marijuana prima di tatuarsi

tatuaggi e marijuana

Come gli effetti della cannabis variano da persona a persona, fumare marijuana prima di un tatuaggio può avere i suoi vantaggi o svantaggi. Rendere l’esperienza più piacevole o al contrario portare alcune complicazioni

Consumare quantità troppo elevate di THC, mentre qualcuno strofina costantemente degli aghi sulla nostra pelle, potrebbe renderci più ansiosi o sensibili al dolore. In particolare per coloro che non fumano regolarmente o sono al primo tatuaggio.

Rifacendoci all’esperienza di Circa: “Una volta avevamo già iniziato il tatuaggio e abbiamo fatto una pausa per fumare e quando siamo tornati ero completamente fatta. Cosa che di solito non mi dispiacerebbe, ma mi sembrava che mi facesse iper concentrare sugli aghi che mi trafiggevano. Ho semplicemente respirato e chiuso gli occhi fino alla fine".

O ancora, come ci racconta Levi Moodie, appassionato di cannabis, proprietario e capo artista di The Drifter's Ink, "Spesso consiglio ai miei clienti di riflettere sul modo in cui la marijuana influisce su di loro e se potesse interferire nell'esperienza del tatuaggio" - e continua - “Capita che le persone che fumano marijuana passano dall'essere prudenti, a pensare troppo ai loro tatuaggi, a cambiare idea o al posizionamento del tatuaggio, e poi quando l'ago colpisce la pelle, focalizzarsi troppo su quella sensazione e agitarsi."

In generale preferisce tatuare persone sobrie, che non hanno assunto né alcol né alcun tipo di droghe e che non cambieranno idea a metà sessione. “Quello che fanno dopo l’appuntamento è una loro scelta.”

Infine la cannabis, essendo un potente vasodilatatore naturale, aumenta il flusso sanguigno e di conseguenza quando vi state tatuando potrebbe fuoriuscire più sangue. 

CBD: la soluzione ideale per chi si voglia tatuare

Per coloro che fumano cannabis regolarmente e non ne vogliono rinunciare, preferire infiorescenze ricche di CBD è l’ideale per chi si voglia tatuare. 

Il cannabidiolo grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche e ansiolitiche, può aiutare prima, dopo e durante favorendo la corretta realizzazione del tatuaggio. Tamponando l’agitazione prima di tatuarsi, alleviando il dolore e l’infiammazione durante l’esecuzione e favorendone la guarigione. 

| Per approfondire: “CBD e tatuaggi, perché non l’ho utilizzato prima”