Nuovo studio | Il consumo occasionale di cannabis negli adulti non ha effetti negativi

In Notizie su Cannabis Legale e CBD 0 commenti

Secondo un recente studio statunitense, condotto sui gemelli e le loro famiglie, il consumo occasionale di cannabis non grava sulla salute fisica degli adulti.

fumare marijuana

"I risultati della ricerca non supportano un’associazione causale tra l’uso di cannabis una volta alla settimana e gli effetti negativi sulla salute fisica tra gli adulti di età compresa tra 25 e 35 anni”

Lo studio, pubblicato su Drug and Alcohol Dependence, è stato guidato da un team del Dipartimento di Psichiatria dell'Università del Colorado, e ha visto coinvolti 677 persone, 308 coppie di gemelli, tra i 25 e i 35 anni.  

In passato, la ricerca sull'influenza del consumo di cannabis sull'antropometria, sulla funzione cardiovascolare e polmonare ha portato risultati contrastanti. Un'analisi condotto sui gemelli, invece, potrebbe portare maggiore chiarezza sul possibile legame tra frequenza del consumo di cannabis e salute generale dell'organismo

Per questo motivo i ricercatori, dopo aver esaminato i fattori genetici e ambientali dei singoli individui per capirne le caratteristiche principali e le eventuali interferenze esterne, hanno eseguito modelli multilivello per verificare se le associazioni fenotipiche fossero rimaste a livello tra le coppie di gemelli e le famiglie nella quale vivevano.

In particolare, sono state osservate le correlazioni tra uso di cannabis occasionale, una volta a settimana, ed esercizio fisico, ritmo cardiaco e perdita dell’appetito.

I risultati della ricerca

Lo studio ha rivelato che, a livello fenotipico, il consumo di cannabis da parte degli adolescenti era associato a un minore impegno nell'esercizio fisico da parte degli adulti (b = - 0,846 min, p = .000). Il consumo di cannabis da parte degli adulti era associato a una minore frequenza cardiaca a riposo (HR; b = - 0,170 bpm, p = .001) e a una più frequente perdita di appetito (b = 0,018, p = .000).

In conclusione, spiegano i ricercatori, le associazioni tra il consumo di cannabis e l'impegno nell'esercizio fisico e la frequenza della perdita di appetito sono riconducibili alla condizione familiare, mentre l'associazione tra il consumo di cannabis e la frequenza cardiaca a riposo non lo era.

"Questi risultati non supportano un'associazione causale tra l'uso di cannabis una volta alla settimana e effetti negativi sulla salute fisica" 

Raffaele Migliucci
Raffaele Migliucci

Amante della pura vita. Giovanissimo si libera dalle catene di una vita ordinaria alla ricerca della felicità. Appassionato di spiritualità, viaggi e Natura, Raffaele legge studia e scrive per il web sull’argomento cannabis.

Articoli Correlati