La bocca secca, o "bocca di cartone", è una sensazione che ogni fumatore di cannabis conosce a perfezione. Scopriamo il motivo, davvero interessante, per cui si verifica e come rimediare.

ragazzo che fuma marijuana

Il consumo di cannabis è accompagnato inevitabilmente da alcuni "effetti collaterali". Tra questi il famigerato appetito, o fame chimica, che ci assale dopo aver fumato, gli occhi rossi e, per l'appunto, la bocca asciutta. Ma perché ciò avviene? 

Perché quando fumo marijuana la bocca si asciuga?

Altro che leggenda metropolitana, pare che l'effetto lappa sia una conseguenza imprescindibile del fumare marijuana. A dimostrarlo è uno studio condotto nel 2006 da alcuni scienziati di Buenos Aires e di seguito pubblicato sull'Experimental Biology and Medicine. Ma prima è necessario fare alcune precisazioni. 

Noi tutti possediamo un sistema endocannabinoide composto da:

  • Endocannabinoidi, ossia molecole che il nostro corpo produce simili ai fitocannabinoidi della cannabis. Tra queste ricordiamo l'Anandamide 
  • Recettori dei cannabinoidi distribuiti in tutto il corpo. In particolare CB1 e CB2 che si esprimono rispettivamente nel sistema nervoso centrale e periferico e sulle cellule del sistema immunitario. 

Le ghiandole sottomandibolari, responsabili del 60% della produzione della saliva nella bocca, sono ricche sia di recettori di tipo 1 che di tipo 2. I ricercatori, iniettando in alcuni ratti anestetizzati l'Anandamide, hanno scoperto che questa legandosi ad entrambi i recettori inibiva la secrezione salivare. 

L'Anandamide e il THC hanno una struttura molecolare simile e lavorano in maniera analoga. Questa somiglianza lascia intendere che, quando il THC si lega ai recettori delle ghiandole salivari, interrompe la ricezione di messaggi da parte del sistema nervoso diminuendo la produzione di saliva. 

I miglior rimedi per la "bocca di cartone" da cannabis

bere acqua

Considerando che la "fame chimica" è parte integrante della nostra sessione, la produzione limitata di saliva potrebbe diventare un problema. Con una bocca pastosa sarà più difficile deglutire rischiando anche di soffocare. Vediamo come rimediare. 

Sorseggiare acqua mentre consumi cannabis 

Semplice quanto banale, il segreto è questo. Anticipare che le nostre fauci si prosciughino e sorseggiare costantemente dell'acqua mentre fumiamo marijuana, così da rimanere sempre idratati ed evitare che la bocca si secchi. 

Evita alcolici e bevande ricche di tannini

Idratarsi si ma bere qualsiasi cosa ci capita dinanzi no, o rischiamo di ottenere il risultato contrario. Sarà meglio evitare vini e birre, ma anche tè, caffè ed alcuni succhi di frutta, per il loro alto contenuto di tannini. Tannini che limitano anch'essi la produzione di saliva e amplificano ancor di più la sensazione di secchezza. 

Gomme da masticare

gomma da masticare

Una gomma da masticare è l'ideale, ma anche caramelle dure o per la tosse, meglio se senza zuccheri. La masticazione favorisce la produzione di saliva e, di conseguenza, aiuta a combattere l'effetto lappa. 

Lavare i denti e via di collutorio

Dopo aver trangugiato la vostra merenda e aver saziato, almeno temporaneamente, il mostro che avete nello stomaco è l'ora di lavare i denti.

La cura orale è fondamentale ma in alcuni casi è una vera ancora di salvezza. La menta contenuta nel dentifricio stimolerà le ghiandole salivari e il collutorio allontanerà definitivamente la sensazione di secchezza dalla bocca.